Scegliere il miglior raffrescatore evaporativo per le tue esigenze può fare una bella differenza tra patire il caldo e lavorare in modo produttivo in ufficio, anche in estate. I raffrescatori evaporativi stanno acquisendo sempre più successo per la loro semplicità e naturalezza. Il loro potere refrigerante partendo dall’acqua come materia prima è conosciuto fin dai tempi antichi. Infatti, alla base del processo di raffreddamento c’è il principio di evaporazione. L’acqua fredda, evaporando, abbassa la temperatura dell’ambiente circostante. Ecco perché il raffrescatore evaporativo è semplice da usare, non richiede installazioni o tubi di scarico. Sicuramente la potenza e le prestazioni sono completamente differenti da un condizionatore tradizionale che funziona in modo diverso ed ha costi molto più elevati. I modelli di raffrescatori evaporativi sono molti in commercio. La domanda a questo punto sorge spontanea: qual è il miglior raffrescatore evaporativo?

  1. Raffrescatore Adiabatico Evaporativo Portatile S-RFC 7500

Il raffrescatore evaporativo crea un clima dall’effetto naturale e salubre. Il suo funzionamento è economico perché sfrutta l’acqua, infatti garantisce un contenimento dei costi di esercizio. Il raffrescamento di un ufficio per 3 ore consecutive costa all’incirca 20 centesimi. Un risparmio a dir poco notevole! Il modello RFC 7500 è l’ideale per ambienti fino a 250 mq, superato questo spazio limite è necessario aumentare il numero di raffrescatori per garantire una brezza fresca in tutti gli uffici. Infatti, questo raffrescatore è perfetto per gli ambienti lavorativi aperti. L’aria arriva ovunque e crea una sensazione di benessere, che aiuta la concentrazione del lavoratore, a differenza del condizionatore tradizione che spesso emana un freddo troppo aggressivo. Inoltre, essendo portatile, è comodo da trasportare in ogni momento della giornata.

  1. Raffrescatore Adiabatico Evaporativo Portatile S-RFC 14000

I raffrescatori assorbono l’aria calda dall’esterno per poi trasformarla in aria fresca da rilasciare nuovamente all’esterno. Il top di gamma in questo processo è sicuramente il raffrescatore RFC 14000 per i due potenti e silenziosi ventilatori, regolabili in modo indipendente. Questo modello è ad altezza uomo e diffonde un gradevole flusso d’aria in modo ancora più ampio rispetto agli altri raffrescatori. Inizialmente, attraverso il principio evaporativo, abbassa la temperatura esterna degli spazi o altre zone di lavoro per poi mantenere fresco l’ambiente con un impegno minimo di energia elettrica. Raffresca superfici fino a 500 mq, spazi molto ampi interamente aperti o chiusi. L’ideale per un grande area, un ampio magazzino oppure per un evento aziendale all’aperto per non far patire il caldo ai presenti!

  1. Raffrescatore Portatile E Fisso RFC 7200

I raffrescatori sono studiati appositamente per garantire massima efficienza e affidabilità. Il modello RFC 7200 è perfetto per ambienti molto ampi e con specifiche caratteristiche, come stalle e allevamenti. Un raffrescatore di questo tipo rinfresca e garantisce un continuo ricambio d’aria per il benessere degli animali, senza disturbare o modificare le loro abitudini quotidiane. L’ambiente ideale da raffrescare è di 200 mq per raffrescatore e può funzionare per lunghi periodi di tempo senza essere collegato alla rete idrica, grazie al serbatoio dalla capienza di 30 lt. Inoltre, è possibile regolare la velocità e il flusso d’aria. Si può intuire che i costi di gestione vengono notevolmente ridotti rispetto ai tipici condizionatori. Il modello RFC 7200 è anche presente nella versione con le ruote, particolarmente resistenti, adatte ai terreni più scomodi.

  1. Raffrescatore Adiabatico Evaporativo Fisso S-RFC 7000

L’ultimo raffrescatore di cui vogliamo parlarti è il modello RFC 7000. Questa tipologia è perfetta per essere posizionata in alto, tra i 2.5 e 4 metri. Nella parte inferiore, infatti, è predisposto per l’ancoraggio a una superficie. In questo modo, la brezza d’aria fresca viene percepita ad altezza uomo. Non incide sulle cervicali come un tipico condizionatore che getta aria fredda e secca, ma invece crea benessere e una piacevole sensazione di aria fresca di montagna. Sicuramente con questa arietta, la produttività dei dipendenti aumenterà notevolmente e verranno abbattuti i costi di gestione e di energia elettrica. Inoltre, grazie al posizionamento in alto, viene evitato l’effetto schermo dato dagli ostacoli che spesso sono a terra, come ad esempio nei grandi magazzini. L’area da rinfrescare, ideale per questo modello, è circa 250 mq.

 Conclusione

Ci sono diversi raffrescatori evaporativi in commercio, ma quello che fa davvero la differenza tra uno e l’altro sono le esigenze personali. La vera domanda da porsi è: che tipologia di ambiente devo rinfrescare? La risposta sicuramente da un contributo per la scelta finale. Sono tante le caratteristiche che li accomunano, ad esempio l’elevato risparmio energetico, la semplicità e la comodità. Del resto, ne acquisti uno ed è già operativo per il tuo ambiente, senza bisogno di installazioni!

Chiedi un consiglio a Syner Progetti, gli esperti nel settore, per capire quale raffrescatore fa al caso tuo.